Come musica…nella musica

Metti che…nella bella testa pensante di una donna che si chiama Caterina Caselli nasca una splendida idea!
E metti che ….un avvocato astigiano dal nome Conte Paolo con la passione della musica scriva testi di autentica bellezza!
……..e infine metti che….gli Avion Travel piccolissima orchestra dal cuore mediterraneo sappia trasformare in suono la poesia….il risultato sarà un opera che affronterà indenne le offese del tempo e che aggiungerà finalmente una pagina gloriosa alla nostra “bella” musica contemporanea!

Danson metropoli non è semplicemente un incontro tra validi e seri professionisti che hanno deciso di collaborare……..è di più, molto di più!

E’ la fusione di sapienza, di amore per la musica, di voglia di comunicare con note e versi !

Mi è bastato ascoltarlo una volta sola per sentire che era nato un piccolo capolavoro.

La Caselli ex casco d’oro, quella che urlava al mondo che nessuno poteva giudicarla, da anni ha dato prova di essere una grande imprenditrice della musica, ma soprattutto ha il grande merito di saper capire da quale parte arriva il talento!

Fu lei a far si che lo schivo Paolo Conte la smettesse di regalare canzoni a destra e manca…fu lei a far si che l’avvocato cominciasse a suonarsele e cantarsele da solo insieme a una grande orchestra in Italia e in giro per il mondo!
E fu lei a scoprire e lanciare La Piccola Orchestra degli Avion Travel dando loro la possibilità di esprimersi al meglio raccogliendo successo e credibilità.

Ecco allora che per una naturale alchimia 11 canzoni di Paolo Conte si sono sposate con lo stile fantasioso e decisamente mediterraneo e melodico dei bravissimi Avion Travel….generando pezzi ricchi di emozioni e palpiti.
Sono occorsi ben due anni per mettere a punto l’album perché per fare cose belle e importanti c’è bisogno di cura, di pazienza, di amore coltivato, di ispirazione…. di tempo.

Nulla è stato fatto senza la presenza e l’approvazione di Paolo Conte.
Non aspettatevi di trovare in questo lavoro le canzoni del cantautore rifatte paro paro…..quello che sentirete sarà qualcosa di diverso…rispettoso dell’impronta autoriale ma innovativo per l’uso preponderante e massiccio della chitarra magistralmente suonata da Fausto Mesolella.

In un intervista Mesolella dichiara di essersi sentito libero di suonare la chitarra senza avvertire il minimo condizionamento, con soliste di una lunghezza assolutamente inusuali in un disco italiano!

C’è l’ultimo pezzo LANGUIDA…..in cui la chitarra per tre minuti buoni amoreggia con gli archi dell’orchestra………

E poi che dire di Beppe Servillo…la voce degli Avion !

Ricordo parecchi anni fa, avevo appena incrociato la loro musica e una sera ebbi la fortuna di parlargli e di dirgli quanto mi piacesse quel suo modo così teatrale di cantare ….e lui ammise raccontando di come agli esordi avesse avuto tanta difficoltà…lui così alto e magro….a sapere come muoversi e dove mettere le mani….e che un corso di teatro gli aveva finalmente dato la possibilità di esprimersi anche con il corpo.

E questa teatralità davvero la esprime a 360 gradi…in questo disco c’è una sfiziosissima canzone IL GIUDIZIO DI PARIDE (unica canzone nuova scritta appositamente da Conte per l’occasione) in cui si narra scherzosamente della scelta di Paride …il pomo viene trasformato …in omaggio alla casertanità del gruppo….in una pummarola !

Paolo Conte a quanto pare ama Napoli , in varie occasioni infatti si è cimentato nel dialetto napoletano…con bei risultati devo dire…..come la canzone SPASSIUNATAMENTE.
.
Questo album tra l’altro vede anche la partecipazione straordinaria di Gianna Nannini che insieme a Beppe Servillo e allo stesso Paolo Conte canta in ELISIR

Insomma se esperimento era….si può dire che sia perfettamente riuscito.
Non è accaduto come altre volte che qualcuno riarrangiate canzoni di altri abbia finito col farne scempio…in questo caso i testi di Conte sembrano rivivere di nuova vita..impreziositi ancora di più da nuove sonorità….calde e appassionate.

Beh…mi piacerebbe farvi ascoltare le musiche ma purtroppo a questo ci dovete pensare Voi…acquistando il disco che ….merita!
L’ultima e l’unica cosa che posso fare è trascrivervi il testo che più mi piace…questo si..e ve lo dedico……….

Cosa sai di me?

Piovono applausi
Dietro ai ricordi
Scroscia una pioggia
Strana laggiù,
Cosa sai di me?…

Donna di ieri,
Stanca e struccata,
L’uomo di oggi ti troverà

Cosa sai di me, cosa sai di me?
Cosa mai fa battere il mio cuor?
Un’ immagine, forse un modo di…
Cosa sai, di me cosa ne sai?


La banda suona gl’ inni di una
Patria lontana sempre di più…
Cosa sai di me?…

E tu, cosa fai qui,
Luce segreta,
Qui cosa fai?


Casa sai di me… cosa sai di me?
Se tu sai far battere il mio cuor
Sì ma tu di me, cosa sai?
Cosa sai di me, cosa ne sai?

A volte penso che fino a quando una nota….una sola…. riuscirà a far vibrare anche solo una corda del mio cuore…..allora vorrà dire che…..sono ancora viva.

 http://it.youtube.com/watch?v=XNf2daHkybM

0f62ee52ebc3bf8b04c0aa3b9872237b.jpg

 

Come musica…nella musicaultima modifica: 2008-06-07T23:51:58+02:00da guendalina.m
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Come musica…nella musica

Lascia un commento